fbpx

Nuove tendenze per l’interior design nel 2022

Colori e materiali in sintonia con la sostenibilità

Ogni anno ci sono nuove tendenze sia dal punto di vista del colore che dell’arredamento per quanto riguarda l’interior design ed il 2022 non è da meno, anzi questo nuovo anno vuole proporre connotati ben definiti e di grande ispirazione. L’idea di design e comfort è sicuramente ciò che caratterizzerà il 2022 e porrà alta attenzione alla sostenibilità ed al minimalismo: la casa è di nuovo il fulcro dei rapporti ed i materiali, con cui verrà progettata ed arredata, saranno in linea con la semplicità e la naturalità.



Partendo da questo presupposto, gli stili di arredamento che più si avvicinano ed abbracciano questa filosofia sono sicuramente il minimal, il nordico, il bohemien ed il rustico, caratterizzati da determinati materiali e colori: pietra, legno e vetro saranno i più utilizzati ed amati, in quanto ecosostenibili ed altamente personalizzabili mentre, per i colori, le tonalità del verde, del giallo fino all’ocra saranno la palette più gettonata in quanto vicini esteticamente ad ambienti naturali quali foreste, deserti e quant’altro. Sicuramente però la combinazione tra il bianco e il legno sarà intramontabile e si potrà adattare a qualunque ambiente e stile della casa.



Tra i materiali che acquisiranno grande forza ci sarà la pietra, che con le sue caratteristiche di naturalità e resistenza potrà essere declinata per realizzare piani lavoro di cucine e piccoli elementi di arredo fino a costituire intere pareti interne, per un effetto rustico ma adattato al nostro tempo. Insieme alla pietra, il secondo materiale maggiormente utilizzato sarà il vetro, che permette di donare allo spazio un carattere leggero e ricercato, creando così giochi di luci e forme; infine il legno, amato, versatile e soprattutto intramontabile, donerà quel calore e carattere all’ambiente, trasmettendo quel senso di ecosostenibilità innata e di grande purezza. In ambienti open space il mix di questi materiali permetterà di creare ambienti armonici, dove i connotati urban potranno amalgamarsi proprio con quest’attenzione al tema “green”.



Come abbiamo già affermato, oltre ai materiali, saranno i colori il fulcro di questo 2022; il nuovo colore predominante sarà il verde oliva, che prenderà il posto del color salvia, dell’ottanio e dello smeraldo e sarà di grande effetto, non tanto per le pareti quanto soprattutto per arredi, accessori ed elementi decorativi. Oltre al verde, anche il giallo ocra occuperà i primi posti della palette colori, conferendo alla casa un’atmosfera elegante e donando un effetto sorprendente ed avvolgente. Oltre ai colori pastello però, per chi cercherà una tonalità forte per creare effetti “wow” potrà avvalersi del magenta oppure del rosso scarlatto, che insieme al bianco creeranno dei contrasti unici per i vostri ambienti.



La novità che questo 2022 introduce è invece l’upcycling. Questo termine fu coniato nel 1994 da un ingegnere meccanico tedesco ed è differente dal recycling. L’upcycling con un processo conservativo va a migliorare il prodotto preesistente, senza denaturalizzarlo ma migliorandone la qualità finale; il re cycling invece riporta in vita l’oggetto con un minor riguardo alla preservazione dello stato originario. L’upcycling, non disgregando il componente iniziale punta quindi a ridurre gli sprechi, a risparmiare e a permette di rendere unico ed innovativo un qualcosa che la grande distribuzione aveva prodotto in precedenza.

Che siano spazi abitativi o lavorativi, open space o suddivisi, una cosa è certa: i materiali e i colori naturali saranno l’emblema per offrire ai nostri spazi, un’anima accogliente e pura.



Seguici sui social

facebook1-fad-studio-architettura-roma
instagram1-fad-studio-architettura-roma
linkedin1-fad-studio-architettura-roma
pinterest1-fad-studio-architettura-roma
error: © FAD Fucine Architettura Design