fbpx

Superbonus 110%: Ecobonus e Sismabonus

Tipologie di interventi, vincoli e detrazioni.

Il nuovo decreto “Rilancio”, legge n. 34 del 19 Maggio 2020, amplia la percentuale di detrazione spettante in caso di riqualificazione energetica e sismica degli immobili innalzando la percentuale fino al 110% per le spese sostenute dal 01.07.2020 al 31.12.2021, introducendo consistenti differenze rispetto alle detrazioni varate in precedenza (che rimane in vigore senza modifiche).

Quali sono le tre tipologie di interventi che possono usufruire del bonus?
  • Interventi di efficientamento delle sole superfici opache: si tratta delle superfici trasparenti, ovvero gli infissi, godono delle classiche detrazioni previste dai decreti varati in precedenza.
  • Per ottenere il bonus si dovrà intervenire su più del 25% della superficie opaca disperdente calcolata al netto delle superfici trasparenti. Nel decreto si parla solo di superfici opache piane quindi sono escluse le coperture inclinate. Il tetto massimo di spesa è fissato a 60.000 € per unità immobiliare (nel caso di unità costituenti un condominio, l’importo dovrà essere considerato per ogni singola unità). Ebbene sì, dovrà essere preso in considerazione l’intero fabbricato/condominio e non la sola unità immobiliare.
  • Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale: l’intervento non dovrà considerare la sola sostituzione del generatore di calore con un sistema più performante; occorre intervenire su tutto l’impianto (sistema di distribuzione e terminali). La novità è l’introduzione del sistema di climatizzazione estiva. In questo caso l’importo massimo detraibile è di €. 30.000 per unità immobiliare.
  • Interventi per il miglioramento della prestazione sismica degli edifici in cui il tetto massimo di spesa detraibile è fissato a € 96.000 per unità immobiliare, superfluo dire che deve essere preso in considerazione l’intero condominio.


Quali sono i vincoli per richiedere il bonus del 110%?
  • A differenza dei bonus canonici, il bonus al 110% non può essere applicato indistintamente su tutti gli immobili residenziali. Si può sicuramente applicare ai condomini senza alcuna discriminazione e sulle case adibite ad abitazione principale (che non è la stessa cosa della prima casa). Sono espressamente escluse le seconde case salvo il fatto che siano parte di un condominio (in questo caso sarà possibile accedere al bonus in quanto l’intero condominio effettuerà gli interventi).
  • L'intervento di efficientamento energetico deve comportare uno scatto migliorativo di almeno due classi di efficienza energetica (si certifica mediante la redazione di due certificati APE prima e dopo l’intervento). Se non fosse possibile fare questo scatto, allora bisognerebbe raggiungere la classe più elevata.
  • Nel caso di interventi per migliorare la prestazione sismica di un fabbricato, non è necessario che gli interventi “provochino” un salto di classe, basterà avere un effettivo miglioramento sismico delle strutture.
  • Tutti gli interventi devono rispettare le normative urbanistico/edilizie, energetiche e strutturali vigenti.
  • Tutti gli interventi dovranno essere asseverati da tecnici abilitati che dovranno anche asseverare la congruità dei prezzi applicati e garantire che ci siano i requisiti necessari per l’accesso ai bonus.


Come usufruire della detrazione?
  • Cessione del credito di imposta, totale o parziale, a terzi: in questo caso il contribuente anticipa la spesa in fattura, ma successivamente cede il credito d’imposta alla banca o ad altri intermediari finanziari al fine di ottenere un immediato rimborso della spesa sostenuta;
  • Sconto in fattura: la cessione del credito potrebbe anche essere fatta direttamente all’impresa che realizza i lavori. In questo caso lo sconto sarebbe in fattura, con l’impresa che poi potrebbe utilizzare il credito al 110% in compensazione per il pagamento delle imposte oppure cederlo essa stessa alle banche.

Le informazioni fanno riferimento alle disposizioni Normative vigenti (fine maggio 2020). Dati e informazioni potrebbero subire eventuali modifiche o integrazioni a seguito di aggiornamenti delle Normative.

Seguici sui social

facebook1-fad-studio-architettura-roma
instagram1-fad-studio-architettura-roma
linkedin1-fad-studio-architettura-roma
pinterest1-fad-studio-architettura-roma