fbpx

Come illuminare la propria casa

Tipologie di corpi illuminanti e approfondimenti stanza per stanza.

Spesso, quando si progettano gli spazi di una casa, l’aspetto illuminotecnico viene del tutto accantonato, reputandolo ininfluente o da sviluppare successivamente alla fase di progettazione preliminare, ma non è così.

In una casa la luce è uno dei fattori più importanti e predisporne la corretta illuminazione non è un compito così semplice. Al giorno d’oggi molte case sono illuminate male: alcune tendono ad essere molto buie, altre illuminate in modo eccessivo e con colorazioni da capogiro. Trovare il giusto equilibrio, dunque, può essere una sfida, e raggiungere un ottimo risultato è possibile con i giusti accorgimenti.

Per poter definire il tipo di illuminazione adatta a determinati ambienti bisogna distinguerne tre diversi tipi:

  • L’illuminazione funzionale è quella deputata a illuminare determinate superfici che richiedono l’attenzione dell’utente, quali superfici di lavoro in cucina, scale, scrivanie etc.;
  • L’illuminazione d’ambiente è la classica luce generale che illumina maggiormente lo spazio, risulta morbida, uniforme e non deve creare ombre o contrasti eccessivi;
  • L’illuminazione d’accento è importante per evidenziare oggetti o dettagli architettonici. Per far sì che risalti e attiri l’attenzione, oltre ad essere sporadica, deve essere più luminosa dell’illuminazione d’ambiente.
  • Vediamo dunque come illuminare nel modo più corretto gli ambienti principali di ogni casa.

INGRESSO E CORRIDOIO

Qualora in una casa ci fossero l’ingresso ed un corridoio (non un open space), l’illuminazione dovrà essere disposta in maniera tale da creare un’atmosfera accogliente e pratica. In base alle dimensioni degli spazi, si può pensare di utilizzare all’ingresso un grande lampadario, dei faretti oppure una lampada da terra. Lungo il corridoio invece, si potrà osare con luci più particolari ed artistiche così da non farlo sembrare un luogo di solo passaggio. Qualora il corridoio sia lungo, la scelta di faretti ad incasso è quella più plausibile. Altra possibilità è quella di utilizzare strisce led ma in quel caso la possibilità di sbagliare e dare un effetto “pista d’atterraggio” è possibile, dunque va studiata nei particolari.


SOGGIORNO E SALA DA PRANZO

Il luogo in assoluto in cui si svolgono le maggiori attività, anche di tempo libero, è il soggiorno. Questo necessita di svariate tipologie di luci: dalla lampada da tavolo per la lettura alle lampade da terra vicino al divano, dal lampadario per la luce d’ambiente agli accenti di luce su arredamenti e dettagli. La scelta del lampadario è molto importante perché oltre ad illuminare l’intero ambiente, se scelto con attenzione, permette di sottolineare anche lo stile dell’arredamento.

L’utilizzo di dimmer, permette di avere un controllo totale su tutte le luci permettendo di regolare la loro intensità; un colore caldo e soffuso è l’ideale per creare un ambiente accogliente e familiare. Per quanto riguarda la sala da pranzo, i punti luce devono essere posti sul tavolo in modo tale da farlo risaltare e permettendone anche un’illuminazione uniforme e piacevole. In questo caso le luci a sospensione sono quelle più adatte, l’importante è che vengano installate alla giusta altezza poiché in caso contrario potrebbero diventare accecanti per chi vi è seduto ed alterare anche il colore dei piatti serviti.


CUCINA

La progettazione della luce e la sua disposizione in cucina è uno dei fattori principali per poterne sfruttare i suoi spazi e le sue funzioni al meglio. Cucinare o lavare i piatti in una cucina buia è una delle cose più fastidiose, non lo si può negare, e può diventare anche pericoloso maneggiare determinati strumenti in condizioni di luce non ottimali.

Per illuminare la cucina c’è sicuramente bisogno di un lampadario che crei una luce generale, insieme all’utilizzo di faretti o luci funzionali importanti per illuminare la zona di lavoro ed il lavandino. Bisogna stare attenti nel posizionare i corpi luce poiché essi non devono creare zone d’ombra.


CAMERA DA LETTO

La camera da letto rappresenta il luogo per eccellenza in cui rilassarsi e rifugiarsi dopo una lunga giornata e qui l’illuminazione gioca un ruolo decisivo. Sicuramente è importante posizionare un lampadario o una plafoniera (che permette una luce più delicata) capace di illuminare la stanza per qualsiasi necessità, anche se le luci più importanti sono sicuramente i punti luci come le abat-jour o lampade da tavolo che creano un ambiente rilassante e accogliente. Per le case che prevedono una cabina armadio l’illuminazione è preferibile usare dei faretti alogeni o dei tubi fluorescenti, che illumineranno senza danneggiare i tessuti e senza alterarne i colori.


CAMERETTA DEI BAMBINI

Per la cameretta dei bambini è necessaria una giusta combinazione di luci studiata nel minimo dettaglio poiché per essi è il luogo in cui passano la maggior parte del loro tempo ed hanno bisogno della luce giusta sia per il gioco che per lo studio. Soluzioni giocose o funzionali come i faretti a binario possono servire a rendere l’ambiente più funzionale poiché possono essere regolati e orientati in base alle esigenze. Molto importante è la sicurezza, quindi bisogna cercare di mettere meno prese possibili e utilizzare lampade stabili e con una base pesante.

BAGNO

Lampade ad incastro, faretti, plafoniere: svariati sono i corpi illuminanti di cui un bagno deve essere composto per disporre del massimo dell’illuminazione. L’illuminazione del bagno deve essere dunque funzionale, pulita e piacevole. Oggetti come lo specchio hanno bisogno di una luce non troppo forte che non vada ad alterare i colori, in questo caso è meglio utilizzare spot luminosi oppure optare direttamente per uno specchio con luci incorporate. Anche la vasca o la doccia ha bisogno di luci adatte che servano a rendere l’ambiente rilassante e accogliente. In generale la luce deve essere omogenea in modo da non intralciare le normali operazioni quotidiane quali lavarsi, truccarci ecc.


In conclusione, potrà sembrare quasi un paradosso, ma per illuminare bene una casa bisogna partire da uno studio preliminare sulla sua luce naturale. In base a questa, poi, vengono fatte molte scelte successive che permetteranno di creare per la vostra casa un ambiente unico, perfetto, dettagliato: in altre parole, una casa dei sogni.




Seguici sui social

facebook1-fad-studio-architettura-roma
instagram1-fad-studio-architettura-roma
linkedin1-fad-studio-architettura-roma
pinterest1-fad-studio-architettura-roma