fbpx

Calde composizioni

Location: Roma
Area: 110 mq
Cliente: Società di Gestione del Risparmio
Project time: 2020

Nell’ambito di una riqualificazione generale di un immobile adibito ad uffici nella periferia romana, ci siamo occupati della progettazione e della realizzazione di una reception posizionata al piano terra. L’ambiente presentava infatti diverse criticità che non andavano a soddisfare le necessità del cliente.

Nell’ambito di una riqualificazione generale di un immobile adibito ad uffici nella periferia romana, ci siamo occupati della progettazione e della realizzazione di una reception posizionata al piano terra. L’ambiente presentava infatti diverse criticità che non andavano a soddisfare le necessità del cliente. Le principali problematiche rilevate nella vecchia reception sono state varie:
La posizione del desk non era visibile dagli ingressi all’immobile poiché posti lateralmente e non frontalmente al bancone stesso. Questo comprometteva l’ottimale fruizione degli spazi rendendo scomoda l’attività stessa della reception poiché non in diretta comunicazione con dipendenti e clienti comportando un disorientamento del fruitore che non veniva convogliato verso l’apposito desk.


Il fronte principale risultava essere più un elemento di chiusura che di apertura verso l’esterno, questo a causa del parapetto finestra a nastro caratterizzante il fronte e dell’aspetto anonimo dello stesso.

L’ambiente interno risultava essere anche in questo caso anonimo, con finiture e materiali datati ed impianti tecnologici non integrati con l’ambiente circostante.
Anche la scarsa altezza del piano contribuiva ad una scarsa luminosità e all’appiattimento dello spazio interno. Le risposte alle criticità sopra elencate sono servite come linee guida per la progettazione e la realizzazione della ristrutturazione della reception, che ha ovviamente anche funzione di hall.


È stata quindi ripensata la dinamica degli accessi e delle uscite dell’immobile, realizzando nuovi ingressi frontali al desk, e rendendo i vecchi accessi laterali utilizzabili solo come uscite. La modifica degli ingressi ha inciso su tutto il fronte, ridisegnandolo completamente; sono stati demoliti infatti i vecchi infissi ed il parapetto che caratterizzava il fronte, aprendo la hall all’esterno grazie all’istallazione di nuove vetrate a tutta altezza, lungo tutto il prospetto.

L’intervento sopra descritto non solo ha conferito alla hall un aspetto caratteristico e facilmente individuabile, ma ha permesso ai visitatori di avere un contatto immediato con l’addetto alla reception, consentendo a quest’ultimo di avere un maggior controllo sui movimenti in entrata e in uscita nell’immobile.

Un grande sforzo è stato fatto anche per rinnovare le finiture ed i materiali interni; l’idea era di mantenere una continuità di linguaggio con l’esistente, segnando tuttavia un profondo cambiamento dell’immagine complessiva. Sia le pareti (che incorniciano lo spazio centrale della reception), che i pavimenti, sono stati rivestiti con un mosaico in gres effetto pietra, che richiama il travertino già presente nell’immobile.

Per il controsoffitto sono state utilizzate due tipologie diverse di materiali e forme: uno a doghe in alluminio nero grafite ed uno con pannelli in lamiera liscia colore grigio antracite. Queste tipologie sono state scelte per garantire i sufficienti ricambi di aria nonostante la scarsa altezza dei soffitti e per dare il giusto ritmo spaziale ai vari ambienti.


Le isole dei controsoffitti in lamiera e la linearità delle doghe sono state la base per disegnare il nuovo impianto di illuminazione, realizzato con linee di luce alternate alle doghe di alluminio e con faretti incassati nei pannelli in lamiera. Anche l’impianto di climatizzazione è stato integrato nel disegno generale degli ambienti, sfruttando diffusori lineari per la ventilazione e Fan coil nascosti nel mobile retro-bancone. Altro elemento di grande importanza per l’aspetto della Hall è stato il bancone reception disegnato su misura e conformato per dare movimento ad uno spazio altrimenti molto regolare, garantendo allineamenti equilibrati con le altre superfici. Il bancone è stato realizzato in multistrato laccato bianco ed impreziosito da una lamiera effetto corten, che ritroviamo anche nel rivestimento della veletta posizionata sopra il bancone che ne rafforza e completa il disegno. A conclusione di quanto finora indicato è stata ripensata anche la segnaletica atta ad illustrare le società locatarie presenti nell’immobile. Sempre disegnato su misura, l’interior signage è realizzato da elementi quadrangolari svasati in corten con targhe in acciaio, che impreziosiscono pareti di un vitaminico colore arancione.

Una soluzione per la valorizzazione della copertura piana dei locali tecnici presenti all’interno della corte interna, oggi coperta da ghiaietto, era stata studiata e inserita all’interno del progetto ma, per una variazione nelle scelte del committente, non è stata più realizzata. L’idea consisteva nell’integrare la ghiaia preesistente all’interno del progetto di un vero e proprio giardino giapponese zen, che avrebbe comportato bassi costi di manutenzione, grazie all’uso di essenze vegetali di facile gestione ed elementi decorativi in pietra.


Parlaci della tua
idea

Seguici sui social

facebook1-fad-studio-architettura-roma
instagram1-fad-studio-architettura-roma
linkedin1-fad-studio-architettura-roma
pinterest1-fad-studio-architettura-roma
error: © FAD Fucine Architettura Design